Koh Lipe: paradiso tropicale, oltre qualsiasi aspettativa…

Koh Lipe

Koh Lipe è una piccola e stupenda isola tropicale nel mezzo del mare delle Andamane circondata da una vastissima barriera corallina, famosa per le sue acque cristalline e la sua sabbia bianca. Per queste caratteristiche è considerata una delle migliori mete per lo snorkeling e per la pesca, ottimo spot quindi per le immersioni. Koh Lipe fa parte dell’arcipelago di Butang (20 isole in tutto), che comprende anche le isole di Koh Raw, Koh Adang, e tante altre isole più piccole come Jabang, Hin Ngam, Dong, Yang, Laja, Klang e Bit Si.

Koh Lipe non fa parte del parco marino di Koh Tarutao, il parco marino più vecchio della Thailandia. La nascita del Parco Nazionale Marino di Tarutao, e il suo riconoscimento da parte dell’UNESCO quale Patrimonio dell’Umanità nel 1973, ha causato la fine della vita nomade dei Chao Leh nell’area. Fortunatamente per la cultura e bellezza storica locale, esistono ancora dei villaggi Chao Leh a Koh Adang e Koh Lipe.

Chao Leh

Le isole attorno a Lipe, sono abitate dai Chao Leh (zingari di mare) dal 1910 e fu riconosciuta loro la cittadinanza thailandese nel 1960. Fu dato loro anche un cognome e furono chiamati Hantalee col significato di “Coraggiosi venuti dal mare”. Le tribù che vivevano tra Adang, Koh Lipe, Bulon e Koh Lanta, erano riconosciuti col nome di Urak Lavoy, e sono tribù ancora esistenti che provengono dall’Indonesia e la Malesia. La loro lingua la si può definire un dialetto malese, non è scritta ma è solo parlata. Due volte l’anno, durante il plenilunio di fine maggio o inizio giugno, e quello di fine ottobre o inizio novembre, i Chao Leh organizzano un festival religioso (Chao Leh party), durante il quale onorano la memoria dei loro antenati e in particolare quella di To Kiri, il primo Chao Leh ad arrivare nell’ arcipelago. Attualmente a Koh Lipe vivono circa 1300 Chao Leh, grandi conoscitori del mare, dei venti e grandi pescatori. Noi li definiamo ESPERTI NAVIGANTI senza eguali in Thailandia.

 

Spiagge

Le spiagge principali sono 3: Pattaya, Sunrise e Sunset beach. La vita notturna è concentrata quasi tutta a Pattaya beach e nella walking street. Durante l’alta stagione Pattaya è la spiaggia dove poter mangiare pesce freschissimo pescato dai Chao Leh a 2 passi dal mare. Ottima location per cene romantiche a lume di candela ascoltando la musica offerta dalle onde del mare. In queste piccole spiagge i primi turisti arrivati negli anni 80, si sono subito innamorati del posto così caratteristico e bello da vedere. Verso la fine degli anni ’90 furono costruiti i primi bungalow, ed il vero boom di turisti lo si è avuto a metà degli anni 2000.

Clima

Il clima è diviso in 2 stagioni, la stagione secca che inizia a novembre\dicembre e finisce a maggio. I mesi da marzo a maggio sono i più caldi dell’anno e coincidono anche con il capodanno thailandese (Songkran) ad aprile. La stagione delle piogge inizia a luglio e finisce intorno la fine di ottobre. Il monsone proveniente dall’oceano indiano porta piogge abbondanti, ma da qualche anno anche in bassa stagione, sono garantiti i collegamenti con la terra ferma ogni giorno.